Login
pagina 1 di 1

"Olga Seriojina"

Arte Contemporanea - Aperto da: Fabio - 06.02.2016 11:51
post visto 2515 volte
#259801 06.02.2016 11:51

Anche il secondo artista Black light che vi presento è una donna, Olga Seriojina (oppure Olga Serezhina)

Scrive di se stessa:

"Ho dipinto e disegnato, viaggiando attorno al mondo, praticando lo yoga e la meditazione.
La creatività per me -una combinazione della mia esperienza e la mia scelta di dipingere- è amore.
Mettere da parte l'ovvio del mondo che ci circonda, degli oggetti concreti e gli eventi statici, e cercare di sentire il polso della vita e le dinamiche, ricevere flussi di immagini in movimento.
Li ritraggo nel loro divenire. Il movimento è vita.
Rimango all'interno del mondo della percezione delle forme visibili, l'uomo è stato in grado di lavorare attraverso questo mondo per vedere il nascosto alla vista, vivaci, contenuti pulsanti.
Senza pensare logicamente, solo attraverso la percezione sensoriale, voglio che lo spettatore viva l'esperienza di contatto con l'intangibile.
Lo scopo del mio lavoro - è prima di tutto una esperienza di riconoscimento. E come conseguenza - di nuove scoperte, attraverso l'intuizione.
Questo ti consente di approfondire la percezione della vita, costringendoti a planare ad visione spaziale volumetrica dei processi interni a te stesso."

E' evidente la ricerca di poesia nel mondo della percezione, Olga fa parte degli artisti che di fronte al fenomeno sensoriale della luminescenza o fosforescenza ricercano una verità poetica immersiva, assorbono attraverso i sensi, la vista in primis ma anche attraverso la pelle e l'udito la magia di una condizione ai limiti della esperienza.
Per lei valgono le stesse considerazioni fatte per Jacqueline Humphriess, questi artisti hanno lo stesso approccio alla esperienza a luce nera che ebbe Fontana.

Questo approccio è comune a diversi artisti e non è l'unico possibile (come poi vedremo), in generale può essere una fase dell'esplorazione delle possibilità.

Tecnicamente vi è una leggera differenza rispetto a Jacqueline Humphriess le sue opere hanno una forte componente fosforescente che consentono la visione di alcune sue opere, dopo l'esposizione alla luce nera, anche al buio. Stilisticamente ha una maggiore predilezione per la semplicità.

Olga è una degli artisti che ho portato in Italia, alla prima esposizione di black light painting a Genova, ed è l'artista che ho scelto come copertina della manifestazione.

Aggiungo tre immagini di sue opere.

 

 

 

 

 

 

#259802 06.02.2016 11:53

Immagini di sue opere, nella seconda foto compare anche Olga

politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved