Login
pagina 57 di 57

"OLTRAGGIO"

Mostre e Musei - Aperto da: Alex - 21.04.2014 10:09
post visto 79964 volte
#263495 15.12.2016 04:54

Caro Rubio, non ho alcuna idea se esistano testi sull'argomento ma per quel che ne so sono portato a pensare di no.
Per quel che riguarda la mia esperienza nel campo dell'arte contemporanea credo di poter affermare che il supporto, non stiamo a parlare della tecnica, abbia una sua importanza.
Cerco di spiegarmi.
Qualora tu intenda entrare nel 'mercato', a prescindere dalla tua poetica, dal tuo stile o dalla tua tecnica, un serio interlocutore professionale (intendo dire un mercante d'arte, un gallerista) sicuramente - dando per scontato che il tuo lavoro gli piaccia - sarà sicuramente sensibile alla qualità del supporto.
Se dipingi su tela dovrai farlo su un bel telaio, non su una cosa esile, hobbistica, perchè il supporto, ti piaccia o meno, ha la sua dannata importanza, anche se fai dei quadri meravigliosi.
Perchè - a meno che tu non sia strafamoso, e non lo sei - la qualità del supporto è una sorta di carta d'identità, di manifestazione d'intenzioni, di biglietto da visita.
Se tu lavori su un supporto importante, quindi costoso, dai già una garanzia di serietà, d'impegno. Deve presentarsi come una cosa, a prescindere dalla tipologia del lavoro, che intende durare nel tempo, che ha un suo valore materiale a prescindere dal contenuto, messaggio, poetica.
E' dannatamente importante.
Se lavori con la fotografia non puoi presentare immagini stampate a un service su carta da poco, o in piccolo formato. Devi pensare ad un supporto più importante, metallo, pvc o altro.
Oppure presentarla in una bella cornice che magari ti costerà più della stampa. fa parte del gioco.
Sei tu, prima di chiunque altro, critico, acquirente, mercante, che devi dar valore al tuo lavoro.
Sicuramente il tuo interlocutore sarà influenzato da questa circostanza.
Se sei pittore il telaio deve essere importante. Non la cornice, è passata di moda da un secolo. Ma il telaio no, deve essere robusto, solido, importante.
Lo affermo perchè ho lavorato, e lavoro tuttora, con pittori importanti che lavorano in un mercato internazionale.
Non credo ci sia altro da aggiungere, spero che questo suggerimento ti sia d'aiuto.

 

#263496 15.12.2016 05:04

Per fare un collegamento col passato ti posso dire che la cornice della tavola della 'Vergine delle rocce' di Leonardo da Vinci, eseguita da un prestigioso artigiano dell'epoca del quale non ricordo il nome, costò al committente il triplo del prezzo del quadro.

#263497 15.12.2016 05:12

Introducono alla Museografia, cioè le opere di Spalletti si interrogano sulla spazialità dell'opera e quindi sulla collocazione di essa nello spazioIntroducono alla Museografia, cioè le opere di Spalletti si interrogano sulla spazialità dell'opera e quindi sulla collocazione di essa nello spazio

Per quel che riguarda Spalletti e la Museografia mi pare un paragone estremamente forzato.
E' vero che l'opera di Spalletti ha spesso un rapporto con lo spazio circostante, ma mettere in relazione lo 'spazio', l'ambiente, la collocazione col concetto di Museo mi pare eccessivo.ab

#266551 17.05.2017 17:18

purtroppo non posso esserti d'aiuto

#312029 04.09.2017 00:21

ci sei?

 

politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved