Login
pagina 4 di 6

"prove di vernice per un quadro dipinto ad olio e acrilico"

Tecniche per l'arte - Aperto da: Claudia - 30.08.2012 13:12
post visto 19816 volte
Utente disattivato
#257769 07.06.2014 14:44

In tutti i casi vedo l'ingiallimento solamente sulle parti in cui c'e' il bianco puro. Probabilmente sarebbe il caso che usassi solamente il Liquin qualora volessi fare delle parti assolutamente bianche, senza l'uso dell'olio di papavero.

Si, quello è normale. L'olio di papavero resta comunque il meno ingiallente degli olii essiccativi; sulla maggior parte dei colori non ha influenza alcuna, mentre se si tratta di bianchi - o di alcuni azzurri - specialmente se diluiti anche leggermente, può indurre un ingiallimento che, seppur minimo, è in grado di infastidire.

Per fare le pulci, all'epoca dei miei test pratici, avevo addirittura usato i soli medium senza colore, sull'imprimitura bianchissima.

#258055 26.08.2014 13:43

Salve a tutti, dato l'argomento avrei anche io una domanda.. qualcuno conosce la vernice fissativa della maimeri?

me l'ha consigliata un amico pittore, come vernice finale, funziona sia per acrilico che per olio.. avevo provato un sacco di vernici ma nessuna mi soddisfaceva.. troppo satinate, troppo vetrose.. questa l'ho trovata FAVOLOSA, 

non ha nessun effetto plasticoso, ne tantomeno satinato.. uniforma la brillantezza del dipinto ma senza essere troppo lucida, evitando che in cotroluce si vedano 

vari prosciughi..

Non ho idea però se sia reversibile e se lasci respirare la pittura sottostante.

Sulla confezione c'è scritto che contiene nafta (petr.) e pesante idrodesolforata, che non ho proprio idea di cosa sia.

Utente disattivato
#261410 02.09.2016 22:09
Avessi letto il secondo post di pagina uno, avrei risparmiato a Mimmo di ribadire le stesse cose, Certo che ora Winsor lo scrivo correttamente , dovro' rileggermi tutto questo thread , ma forse questa domanda non c'e' Chi sa dove possa esser nel forum: Le vernici finali come la damar , o la mastice temdono a ingiallire anche in boccetta... dopo molti anni? Se poste al sole schiariscono come l' olio di lino?
#261470 08.09.2016 01:24

Oggi è meglio usare come vernici finali dei prodotti più moderni rispetto alle classiche damar o mastice
Ad esempio la Gamblin produce una vernice finale professionale ( Gamvar) molto buona ( la usano i restauratori ed i musei).
Ha tre grossi vantaggi rispetto alle vernici tradizionali:
non ingiallisce/scurisce
è facilmente removibile dal suo sovente(gamsol) senza rovinare il colore sottostante
si può applicare non appena il quadro è asciutto al tatto, senza aspettare il classico annetto di default,
in quanto non vetrifica la superficie pittorica, ma la lascia respirare e quindi ossidare "naturalmente"
 

Utente disattivato
#261471 08.09.2016 02:20

Gian, quelle qualità sono comuni a molte vernici moderne a base di resine non naturali, specialmente se con un estratto secco piuttosto basso (come le vernici da ritocco). La possibilità di rimuovere il film con lo stesso solvente è comune anche alle vernici naturali, e presuppone la perfetta essiccazione del dipinto. Mi piacerebbe conoscere la resina usata e la percentuale di estratto secco della Gamvar; scommetto che è simile ad una vernice da ritocco.

Utente disattivato
#261474 08.09.2016 13:31
Ringrazio per le vostre indicazioni !
Utente disattivato
#261475 08.09.2016 13:47
Il fatto e' che ho in scorta ( da circa 15 anni)ancora due boccette da 250 ml di vecchi tipi di vernici a resina. Tenendole al buio temevo fossero calate di limpidezza.
Utente disattivato
#261476 08.09.2016 14:02

Forse sarebbe il momento di usarle... ag

Nel caso fosse calato il livello, mi raccomando: ripristinalo usando il suo stesso solvente, una vernice troppo concentrata è dannosa, si stende male e può asciugare male.

Utente disattivato
#261481 08.09.2016 16:27

Infatti ! Ogni volta che le applico c'e' da svenire dall'odore che emanano .... mi tiro dietro  accidenti  e imprecazioni da parte di chi ne avverte l'uso.... Dovrei  allontanarmi da casa , rimboccarmi le maniche affittando un capannone con aspiratori !  

Per questo sono rimaste inattive e uso generalmente la vernice per ritocco.. che tutto sommato non vanno male

#261495 09.09.2016 13:58

Mimmo, hai ragione sulla derivazione del del GAMVAR dai principi della pittura da ritocco. Ma sono due cose diverse.
La gamvar è una vera vernice finale. Meno magra e più corposa, da al colore una profondità ed una brillantezza sconosciuta alle vernici da ritocco. Ma il quadro, una volta verniciato con il gamvar, a differenza delle ritoccanti, non è più lavorabile a pittura. Detto qui, ovviamente è solo un puro parlare, ma ti assicuro che la gamvar da al quadro una protezione  consistente, ma anche un delicato ma efficace intensificazione della vividezza, senza alterare toni e colori, uniformandoli. Se si vogliono effetti più lucidi si possono dare un paio di mani a pennello. Altrimenti con una mano sola un pò tirata, oppure diluendo la vernice con poco gamsol diluente l'effetto sarà meno lucido, a seconda dei propri gusti

politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved