Login

Il mistero della creazione artistica

Pubblicato da
Leonardo Basile
il 14 maggio 2017
E' un testo tradotto per la prima volta in italiano (Giovanna Albonico) , pubblicato da Pagine d'Arte, uscito in libreria un paio di mesi fa, che riproduce una conferenza letta nel 39' da Stefan Zweig. L'ho 'cercato' invano per un pò di tempo...mi ero rassegnato. Poi, una sera, mi è 'caduto' in mano per puro caso mentre rovistavo in libreria alla ricerca di altro... Devo dire però che non mi ha assolutamente rapito...pensate un pò che ho ringraziato Zweig per la brevità. Comunque, va letto.

"Il concepimento di un'opera d'arte è un processo interiore. Esso rimane, in ogni singolo caso, circondato dalle tenebre come la nascita del nostro mondo - qualcosa di inafferrabile, un fenomeno divino, un mistero. L'unica cosa a noi consentita è ricostruire a posteriori tale concepimento, e anche questo possiamo farlo solo in una certa misura. Ma se non altro, muoveremo qualche passo verso il labirinto impenetrabile.

Cercherò di distinguere con chiarezza: noi non siamo in grado di spiegare personalmente il segreto della creazione, così come ci è difficile rappresentare i concetti di elettricità, di forza di gravità o di magnetismo. Possiamo solo stabilire alcune leggi fondamentali, sulla base delle quali tali concetti si manifestano. Dobbiamo quindi, nel corso della nostra ricerca, mantenere un estremo rispetto ed essere sempre consapevoli del fatto che l'atto artistico vero e proprio avviene in uno spazio che non ci è accessibile e che, pur con un dispendio estremo di fantasia e di logica, siamo in grado di trattenere soltanto un'immagine-ombra di quel processo, ma pur sempre solo un'immagine."

Avete appena letto un passo della conferenza 'Il mistero della creazione artistica' tenuta da Stefan Zweig nel 1939 a New York e proposta per la prima volta in lingua italiana nella traduzione di Giovanna Albonico. Il volume, edito da Pagine d'Arte, piccola ma raffinata casa editrice che si contraddistingue per l'attenzione con cui unisce testi ricercati e originali a immagini di qualità, è illustrato da una scelta di immagini fra le quali l'acquaforte di Rembrandt Faust, di cui viene anticipato un particolare in copertina.

Sostiene Zweig nel testo della sua conferenza che il segreto più profondo del nostro mondo è legato alla creazione. È il prodigio di qualcosa che ha origine dal nulla e resiste nel tempo - qualcosa di eterno come il cielo, la terra, il mare - un prodigio che si attua nel mondo dell'arte. Un dipinto, una melodia e la poesia che toccano la nostra anima e rivelano che un essere umano come tutti gli altri è stato capace di creare qualcosa che procede dall'effimero al duraturo, come fosse l'autore di un geniale atto divino.

 

Stefan Zweig (1881-1942), di famiglia ebraica, fu tra gli scrittori più popolari del primo Novecento e maestro del genere biografico. Nel 1933, lasciò l'Austria per trasferirsi a Londra e quindi a New York. Morì suicida in Brasile.

Argomenti

  • Pittura
  • Fotografia
  • Fashion & Style
  • Corsi e Concorsi
  • Video, Cinema e Musica
  • Illustrazione
  • Libri d'Arte
  • Tecnica
  • Mostre
  • Design

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved